Biserni Antonio

Biserni AntonioDopo essere stato fotoamatore del bianco e nero, ed aver conseguito riconoscimenti a livello nazionale in diversi concorsi, prova a sperimentare la scultura in legno. Inizia poi a modellare l’argilla creando le prime terrecotte. Acquistato un forno, inizia a sperimentare, realizzando ceramiche e maioliche. Partecipa alle fiere della ceramica di Faenza, Montelupo fiorentino e Bassano del Grappa, facendo anche ceramiche raku.
Dal 1995 espone a Verona in occasione della “Rassegna internazionale del presepe nell’arte e nella tradizione”, e dopo alcuni anni inizia a partecipare all’esposizione di presepi che si tiene nella città di Spoleto sempre esponendo bassorilievi in ceramica. Nel 2001 viene invitato dalla RAI a Roma, per partecipare ad una trasmissione televisiva in diretta, dove realizza due piccoli bassorilievi, rispondendo anche alle domande dei conduttori Fabrizio Gatta e Ilaria D’Amico.
Sempre nel 2001 partecipa ad una rassegna internazionale a Parigi, nel 2002 espone le sue ceramiche a Ljubljana e nel 2003 a Milano. Nel 2004 partecipa ad un’iniziativa promossa dal circolo di Rio Saliceto, realizzando un grande bassorilievo in terracotta per la ricorrenza dei 100 anni dalla fondazione di un’importante cooperativa reggiana (Unieco). Modella i suoi bassorilievi a mano e da diversi anni realizza anche vasi e ciotole al tornio.
La tecnica preferita è la ceramica ingobbiata e invetriata, ma realizza anche opere in maiolica e con la tecnica raku. Nella realizzazione di quest’ultima utilizza smalti che ha creato sperimentando i diversi composti chimici, miscelando i componenti di base con gli ossidi metallici per produrre le diverse tonalità e le iridescenze che sono caratteristiche di questo particolare tipo di ceramica.

Per contattare l'artista può scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.